fondi

Fondi per gli italiani regalati a Bill Gates & Co.: ma che meschini!

fondi

Fondi per gli italiani regalati a Bill Gates & Co.: ma che meschini!

Decreto Legge 115 – 09.08.2022 (denominato “aiuti-bis”)

Il governo dimissionario è in carica per compiere solo atti di ordinaria amministrazione. Però, l’art 77 della Costituzione prevede che:

Il Governo non può, senza delegazione delle Camere [cfr. art. 76], emanare decreti che abbiano valore di legge ordinaria.

Quando, in casi straordinari di necessità e di urgenza, il Governo adotta, sotto la sua responsabilità, provvedimenti provvisori con forza di legge, deve il giorno stesso presentarli per la conversione alle Camere che, anche se sciolte, sono appositamente convocate e si riuniscono entro cinque giorni [cfr. artt. 61 c. 262 c. 2].

I decreti perdono efficacia sin dall’inizio, se non sono convertiti in legge entro sessanta giorni dalla loro pubblicazione. Le Camere possono tuttavia regolare con legge i rapporti giuridici sorti sulla base dei decreti non convertiti.

Vieni con me e analizziamo alcuni punti di 2 articoli, il 24 e il 32, del DL 115. E cerchiamo di capire se “straordinarietà”, “necessità”, ed “urgenza” erano presenti per giustificare la conversione in legge (ma è stato convertito in legge?)

Art 24 – comma 2a e comma 2b

  1. Al fine di consentire la partecipazione dell’Italia alle iniziative multilaterali in materia di salute, in particolare ai fini della prevenzione, preparazione e risposta alle pandemie, è istituito un apposito Fondo nello stato di previsione della spesa del Ministero dell’economia e delle finanze, con una dotazione di 200 milioni di euro per l’anno 2022.
  2. Le iniziative di cui al comma 1 sono finalizzate:
  3. a) alla partecipazione italiana al Financial Intermediary Fund per la prevenzione, preparazione e risposta alle pandemie, istituito nel 2022 presso la Banca mondiale, con un contributo di 100 milioni di euro da erogarsi nel 2022;
  4. b) al contrasto della pandemia di COVID-19, tramite un finanziamento a dono di 100 milioni di euro nel 2022 alla GAVI Alliance, organizzazione facente parte dell’Access to COVID-19 Tools Accelerator (ACT-A), per l’acquisto dei vaccini destinati ai Paesi a reddito medio e basso tramite il COVAX Advance Market Commitment.

Siamo sicuri che regalare 200 milioni di euro sia ordinaria amministrazione? Ho qualche dubbio.

Ma poi… Sai a chi vanno a finire questi soldi?

A delle organizzazioni (GAVI Alliance) al cui interno ci sono Enti e Associazioni (OMS, Unicef) e Fondazioni (leggi Bill e Melinda Gates Foundation) che, a scopo benefico, comprano vaccini per le popolazioni più “sfortunate” che non li possono comperare.

Scusami, ma da chi li comprano questi vaccini?

Dalle case farmaceutiche, ovviamente. Quelle che però che sono partecipate dalle stesse Fondazioni (leggi Bill e Melinda Gates Foundation).

Cioè, la Fondazione Bill e Melinda Gates Foundation riceve in regalo 100 milioni per poter comprare (da una azienda che è anche di sé stessa).

Ma questo non si chiama “conflitto di interesse”..?

Ma il governo dei migliori, dove li prende questi soldi? Te lo dicono nel comma 3 dello stesso art. 24:

  1. Agli oneri derivanti dal presente articolo si provvede mediante corrispondente riduzione del fondo di cui all’articolo 13 -duodecies, comma 2, del decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137, convertito, con modificazioni, nella legge 18 dicembre 2020, n. 176.

Facendo una ricerca, che puoi fare anche tu seguendo questo link, arrivi a capire che si tratta di un fondo istituito nel 2020! (vedi art. 13 duodecies, comma 2 – pag. 65 del pdf che ti si apre).

Sai quale scopo aveva questo fondo? Quello di aiutare le persone e le imprese in crisi, con crediti di imposta, aiuti e ristori, IMU, spostamento del pagamento dei tributi, bonus baby-sitter, ecc.

Mi spiego meglio. Il governo aveva destinato delle risorse per chi si fosse trovato in difficoltà. Il successivo art. 13 duodecies comma 4 mi sembra che affermi molto chiaramente che le risorse eventualmente non utilizzate, restano nel fondo per gli esercizi successivi, sempre per il medesimo scopo:

  1. Le risorse del fondo non utilizzate alla fine dell’esercizio finanziario 2020 sono conservate nel conto dei residui per essere utilizzate per le medesime finalità previste dal comma 2 anche negli esercizi successivi.

Ma allora perché il governo regala dei soldi (destinati quale unico scopo a famiglie ed imprese italiane in difficoltà) a soggetti terzi, esterni, in palese conflitto di interesse, per scopi diversi da quelli che erano stati inizialmente previsti? Se ci sono dei fondi allora è giusto utilizzarli per quello che era il fine iniziale. Diamoli a quelle famiglie ed imprese che ne hanno necessità.

Oltretutto lo dice lo stesso Decreto Legge. Quanto scritto avrà un valore, un significato oppure no? Possono scrivere quello che vogliono e poi fare il contrario? Il fondo ha uno scopo preciso e quello deve essere. Chi ha deciso che bisogna regalare soldi a dei “filantropi”, con un Decreto Legge, quando in precedenza era stato stabilito e decretato un uso diverso di quei fondi. Uno Stato regala dei soldi? Li desse almeno alla Sanità italiana, sarebbe comunque discutibile perché 1) non sarebbe comunque lo scopo per cui è nato il fondo e 2) perché i fondi per la sanità vanno messi nella manovra di bilancio. Ma dare quei soldi a dei privati stranieri, questo proprio non mi va giù.

Art 32 – comma 1 e comma 7

  1. Con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, anche su eventuale proposta del Ministero dello sviluppo economico, di altra amministrazione centrale o della regione o della provincia autonoma territorialmente competente e previa individuazione dell’area geografica, possono essere istituite aree di interesse strategico nazionale per la realizzazione di piani o programmi comunque denominati che prevedano investimenti pubblici o privati anche cumulativamente pari a un importo non inferiore ad euro 400.000.000,00 relativi ai settori di rilevanza strategica. Ai predetti fini, sono di rilevanza strategica i settori relativi alle filiere della microelettronica e dei semiconduttori, delle batterie, del supercalcolo e calcolo ad alte prestazioni, della cybersicurezza, dell’internet delle cose (IoT), della manifattura a bassa emissione di Co2, dei veicoli connessi, autonomi e a basse emissioni, della sanità digitale e intelligente e dell’idrogeno, individuate dalla Commissione Europea come catene strategiche del valore. L’istituzione dell’area equivale a dichiarazione di pubblica utilità, indifferibilità e urgenza delle opere necessarie ai sensi del primo periodo, anche ai fini dell’applicazione delle procedure del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 8 giugno 2001, n. 327, e costituisce titolo per la costituzione volontaria o coattiva di servitù connesse alla costruzione e gestione delle stesse opere, fatto salvo il pagamento della relativa indennità e per l’apposizione di vincolo espropriativo. Il decreto indica altresì le variazioni degli strumenti di pianificazione e urbanistici eventualmente necessarie per la realizzazione dei piani o dei programmi.

Quindi con un DPCM (atto amministrativo di secondo grado, perché di rango inferiore alla legge) si possono “istituire” (trovare) ed espropriare delle zone di interesse strategico-nazionale per investimenti anche privati. Ma di quali interessi strategici si parla? Non hanno avuto il coraggio di scrivere Intelligenza Artificiale oppure 5G… Quindi esproprio, assegnazione a ditte private ed elemosina, ops pardon, “giusto indennizzo” al proprietario del bene espropriato.

Perché queste cose sono state inserite in un decreto aiuti che nulla c’entra con il regalo dei 200 milioni o gli espropri per il bene comune e la sicurezza strategica? Ah già, ho capito. Si chiama decreto aiuti, vuol dire che stiamo dando degli aiuti, peccato che li diamo a soggetti che non ne hanno bisogno e che – soprattutto – non curano gli interessi dell’Italia e degli italiani.

Un momento, ma se questo è chiamato decreto aiuti bis, vuoi vedere che in precedenza esisteva un altro decreto aiuti. C’era nascosto qualcos’altro? Andrò a verificare.

Giuliano Vendrame
Si Systems Trieste

PER CONTATTI compilate l’apposito form
Seguici su Facebook

Tags: , , ,

richiedi informazioni

Compila il form sottostante ed un nostro incaricato ti ricontatterà nel minor tempo possibile

    Dichiaro di aver preso visione alla informativa sulla Privacy e acconsento al Trattamento dei Dati - Leggi INFORMATIVA PRIVACY

    le ultime news

    Cartelle AdER: possibilità immediata di 120 rate

    Cartelle AdER: possibilità immediata di 120 rate

    Maxi dilazione immediata, fino a ad un massimo di 120 rate, in caso di particolari e gravi eventi...

    Leggi di più

    Pensione? Una chimera…

    Pensione? Una chimera…

    L’adeguamento alla speranza di vita non riguarda più solo l’età (oggi a 64 anni), ma anche la contribuzione (oggi 20 anni)...

    Leggi di più

    Riforma fiscale (quella nuova): cominciamo a correggerla…

    Riforma fiscale (quella nuova): cominciamo a correggerla…

    Come accade nei gran premi, pronti via e subito ai box, per inserire alcune norme di correzione di quanto appena approvato...

    Leggi di più

    Banche dati del Fisco: sono sicure?

    Banche dati del Fisco: sono sicure?

    Sarebbe interessante sapere cosa ne pensano proprio i notai...

    Leggi di più

    Società a responsabilità limitata, scambio di quote senza il notaio

    Società a responsabilità limitata, scambio di quote senza il notaio

    Sarebbe interessante sapere cosa ne pensano proprio i notai...

    Leggi di più

    Cartelle non riscosse: discarico dopo 5 anni

    Cartelle non riscosse: discarico dopo 5 anni

    Cartelle non riscosse automaticamente scaricate dal magazzino esattoriale dopo il 31 dicembre...

    Leggi di più

    Rateazione AdER più lunga

    Rateazione AdER più lunga

    Se il contribuente dichiara di essere in temporanea situazione di "obiettiva difficoltà", l'Agenzia delle Entrate Riscossione concede...

    Leggi di più

    Criptovaluta: proviamo a tracciarne le operazioni 

    Criptovaluta: proviamo a tracciarne le operazioni 

    Le operazioni in cripto valuta saranno tracciate nella stessa maniera dei bonifici tradizionali effettuati attraverso il conto corrente...

    Leggi di più

    Rottamazione quater: a che punto siamo

    Rottamazione quater: a che punto siamo

    La situazione al 31.12.2023 dice che quasi la metà delle rottamazioni quater è già andata in fumo...

    Leggi di più

    Registro europeo con i dati dei titolari di cripto, cassette di sicurezza e c/c

    Registro europeo con i dati dei titolari di cripto, cassette di sicurezza e c/c

    Sarà creato un registro che conterrà i dati di titolari di cassette di sicurezza, di conti correnti, ma anche di criptovalute...

    Leggi di più

    Tracciamento criptovalute

    Tracciamento criptovalute

    Le operazioni in criptovaluta saranno tracciate allo stesso modo di bonifici tradizionali...

    Leggi di più

    Decreto superbonus, la Camera approva, ora aspettiamo il Senato

    Decreto superbonus, la Camera approva, ora aspettiamo il Senato

    Via libera della Camera al decreto legge sulle agevolazioni fiscali nel settore edilizio...

    Leggi di più

    Crisi d’impresa

    Crisi d’impresa

    Adeguati assetti organizzativi, amministrativi e contabili per prevenire la crisi dell’impresa...

    Leggi di più

    Cessione crediti, superbonus ma non solo…

    Cessione crediti, superbonus ma non solo…

    Dal 08.01.2024 Poste Italiane non acquisterà più i crediti da bonus edilizi del 2023...

    Leggi di più

    Superbonus, forse c’è ancora speranza

    Superbonus, forse c’è ancora speranza

    Non tutto è perduto per il salvagente tecnico del Superbonus messo a punto dalla legge di bilancio 2024...

    Leggi di più

    Nuovo calcolo tasse: che confusione!

    Nuovo calcolo tasse: che confusione!

    Flat tax incrementale, nuova Irpef, concordato preventivo biennale, maxi-deduzione...

    Leggi di più