supebonus

Superbonus: quanto pesa sulle casse dello Stato?

supebonus

Superbonus: quanto pesa sulle casse dello Stato?

Sembra ci siano in giro dei numeri diversi. Giorgetti dice una cosa e l’ISTAT smonta i numeri del Documento Economico del governo. Banca d’Italia si stanca e chiede spiegazioni (al governo). Ma ad oggi ancora non è dato di sapere, ma io mi chiedo: lo sapremo mai? È un caso ormai politico, più che contabile. Però l’impressione che se ne ricava è che i numeri in bilancio siano stati messi un po’ a naso, non voglio dire a casaccio.

In audizione alle commissioni riunite Bilancio di Camera e Senato, il capo dipartimento Economia e Statistica di Banca d’Italia, Sergio Nicoletti Altimari, ha detto che “benché il Def non includa informazioni esplicite al riguardo, si può valutare che l’ammontare dei crediti d’imposta per Superbonus contabilizzati per competenza nei conti del 2023 pubblicati da Istat a inizio aprile sia pari a quasi 3,7 punti percentuali del Pil, 77 miliardi”. Si tratta di un importo enormemente superiore alle stime, come ha sottolineato lo stesso Altimari, “di oltre cinque volte superiore a quanto il Def 2023 prevedeva sarebbe maturato nell’anno”. 

Mi chiedo come sia possibile che il MEF, Giorgetti, possa aver sottostimato il peso e l’impatto della spesa pubblica di questa voce di costo? Però, durante l’audizione è stato fatto notare che, ad inizio  aprile l’Agenzia delle Entrate dava una stima diversa, anzi ancora più elevata (circa 84 miliardi). Alla domanda se qualcuno è in grado di dare dei numeri veri e che corrispondano quindi alla realtà, pare che nessuno si sia espresso. Altimari ha detto “noi ci basiamo sui dati contenuti nel Def e su quelli dell’Istat. Le stime sul 2023 non sono ancora concluse essenzialmente, dunque attendiamo il dato finale: chiediamo anche noi maggiore chiarezza da parte del governo su come i maggiori oneri verranno allocati per cassa nel triennio successivo”.

Ma non è finita qui. Mentre si apriva la seduta in commissione, dall’ISTAT stesso arrivava un altro dato rispetto che mette in discussione l’attendibilità delle cifre riportate nel Def. Sembra che l’Italia abbia chiuso il 2023 con un deficit pari al 7,4% del Pil. Ma come? Solo due settimane prima, nel Def, il governo lo aveva valorizzato al 7,2% – quindi rivedendo le stime rispetto alla Nadef di fine settembre, che prevedeva un rapporto al 5,3%. Come si spiega questo peggioramento dei calcoli? Proprio con una revisione al rialzo del peso del Superbonus da contabilizzarsi sul 2023, spiega Il Sole 24 Ore. Il maggior disavanzo si deve infatti a 4,65 miliardi in più di spesa, che derivano dall’ondata delle “centinaia di migliaia di comunicazioni su sconti in fattura e cessioni piovute sull’agenzia delle Entrate” entro il 4 aprile scorso. Questo spiegherebbe infatti le difficoltà del governo nell’assestare una previsione certa sul peso del Superbonus.

Giuliano Vendrame
30/04/2024

PER CONTATTI compilate l’apposito form
Seguici su Facebook

 

Tags: , , , ,

richiedi informazioni

Compila il form sottostante ed un nostro incaricato ti ricontatterà nel minor tempo possibile

    Dichiaro di aver preso visione alla informativa sulla Privacy e acconsento al Trattamento dei Dati - Leggi INFORMATIVA PRIVACY

    le ultime news

    Criptovalute sotto lo sguardo della Guardia di Finanza

    Criptovalute sotto lo sguardo della Guardia di Finanza

    Particolare attenzione viene rivolta dalla GdF a eventuali fenomeni elusivi...

    Leggi di più

    Superbonus: quanto pesa sulle casse dello Stato?

    Superbonus: quanto pesa sulle casse dello Stato?

    L’impressione che se ne ricava è che i numeri in bilancio siano stati messi un po’ a naso...

    Leggi di più

    Sanzioni Iran. Da chi e perché?

    Sanzioni Iran. Da chi e perché?

    La UE è pronta a imporre nuove sanzioni all'Iran dopo l'attacco del Paese contro Israele...

    Leggi di più

    Draghi presidente della Commissione Ue? 

    Draghi presidente della Commissione Ue? 

    La Meloni dice di essere contenta che si parli di un italiano...

    Leggi di più

    Superbonus, basta a future agevolazioni a carico dello Stato

    Superbonus, basta a future agevolazioni a carico dello Stato

    il Superbonus, il bonus facciate e Transizione 4.0 hanno inciso marcatamente sui conti pubblici...

    Leggi di più

    IMU sugli immobili occupati

    IMU sugli immobili occupati

    Gli immobili occupati abusivamente sono esonerati dal pagamento dell’Imu...

    Leggi di più

    Cartelle AdER: possibilità immediata di 120 rate

    Cartelle AdER: possibilità immediata di 120 rate

    Maxi dilazione immediata, fino a ad un massimo di 120 rate, in caso di particolari e gravi eventi...

    Leggi di più

    Pensione? Una chimera…

    Pensione? Una chimera…

    L’adeguamento alla speranza di vita non riguarda più solo l’età (oggi a 64 anni), ma anche la contribuzione (oggi 20 anni)...

    Leggi di più

    Riforma fiscale (quella nuova): cominciamo a correggerla…

    Riforma fiscale (quella nuova): cominciamo a correggerla…

    Come accade nei gran premi, pronti via e subito ai box, per inserire alcune norme di correzione di quanto appena approvato...

    Leggi di più

    Banche dati del Fisco: sono sicure?

    Banche dati del Fisco: sono sicure?

    Sarebbe interessante sapere cosa ne pensano proprio i notai...

    Leggi di più

    Società a responsabilità limitata, scambio di quote senza il notaio

    Società a responsabilità limitata, scambio di quote senza il notaio

    Sarebbe interessante sapere cosa ne pensano proprio i notai...

    Leggi di più

    Cartelle non riscosse: discarico dopo 5 anni

    Cartelle non riscosse: discarico dopo 5 anni

    Cartelle non riscosse automaticamente scaricate dal magazzino esattoriale dopo il 31 dicembre...

    Leggi di più

    Rateazione AdER più lunga

    Rateazione AdER più lunga

    Se il contribuente dichiara di essere in temporanea situazione di "obiettiva difficoltà", l'Agenzia delle Entrate Riscossione concede...

    Leggi di più

    Criptovaluta: proviamo a tracciarne le operazioni 

    Criptovaluta: proviamo a tracciarne le operazioni 

    Le operazioni in cripto valuta saranno tracciate nella stessa maniera dei bonifici tradizionali effettuati attraverso il conto corrente...

    Leggi di più

    Rottamazione quater: a che punto siamo

    Rottamazione quater: a che punto siamo

    La situazione al 31.12.2023 dice che quasi la metà delle rottamazioni quater è già andata in fumo...

    Leggi di più

    Registro europeo con i dati dei titolari di cripto, cassette di sicurezza e c/c

    Registro europeo con i dati dei titolari di cripto, cassette di sicurezza e c/c

    Sarà creato un registro che conterrà i dati di titolari di cassette di sicurezza, di conti correnti, ma anche di criptovalute...

    Leggi di più