green

Ma quanto è green l’Agenzia delle Entrate?

green

Ma quanto è green l’Agenzia delle Entrate?

Fisco poco green sulle auto elettriche e ibride concesse in uso promiscuo ai dipendenti. Infatti, sono da tassare sia i rimborsi effettuati ai lavoratori per le spese di energia elettrica sostenute per le ricariche domestiche, sia i costi d’installazione delle colonnine di ricarica. In entrambi i casi, i rimborsi costituiscono “reddito di lavoro dipendente” (su cui, quindi, si devono versare anche i contributi Inps e i premi Inail). A precisarlo è l’agenzia delle entrate in risposta all’interpello 21/2023.

Il quesito è stato proposto da una società con una flotta aziendale di circa 230 auto date in uso promiscuo ai dipendenti. Si tratta per lo più di auto elettriche o ibride, al fine di sensibilizzare i lavoratori dipendenti il ricorso alla mobilità sostenibile, ai quali è addebitato il relativo fringe benefit in busta paga. In merito alle spese di gestione dell’auto, non è fissato un tetto massimo di rimborso per la sola quota parte dei consumi aziendali. A tal fine, il lavoratore viene fornito di due tessere distinte per monitorare e distinguere i costi: una per i km percorsi per esigenze di servizio; l’altra per l’uso personale dell’autovettura (solo a favore dei dirigenti e altre figure è previsto il rimborso dell’intera ricarica, senza cioè una distinzione fra uso privato e esigenze lavorative dell’autovettura).

È previsto, inoltre, che ogni dipendente installi a casa propria un apposito wallbox (nome inglese che indica la colonnina di ricarica domestica), con relativo contatore, e le relative spese a carico dell’azienda. Tanto premesso, la società chiede di sapere se tutti questi rimborsi sono soggetti a tassazione formando reddito di lavoro dipendente. La società prospetta una risposta negativa, cioè di esclusione dei rimborsi dalla tassazione fiscale, in base all’art. 51 del Tuir “in quanto costituiscono anticipazione per conto del datore di lavoro”.

L’Agenzia delle Entrate (AE) invece è di parere contrario: i rimborsi costituiscono reddito di lavoro dipendente su cui si pagano le tasse (nonché i contributi all’Inps e i premi all’Inail). Per quanto riguarda il consumo di energia, in particolare, l’AE spiega che si tratta di qualcosa che non può rientrare tra i beni e i servizi forniti dal datore di lavoro ai dipendenti (c.d. fringe benefit), ma va a costituire un rimborso di spese sostenute dal lavoratore. In generale, aggiunge l’AE, le somme che il datore di lavoro corrisponde al lavoratore a titolo di rimborso spese costituiscono, per quest’ultimo, reddito di lavoro dipendente, tranne che per le spese rimborsate nell’interesse “esclusivo” del datore di lavoro, anticipate dal dipendente per snellezza operativa, quali ad esempio l’acquisto di beni strumentali di piccolo valore, come carta della fotocopia o della stampante, le pile della calcolatrice, etc., e fatte salve le specifiche deroghe che sono previste sempre all’art. 51, comma 5, del Tuir per il rimborso analitico delle spese per trasferte.

Pertanto, conclude l’AE, anche i rimborsi erogati dal datore di lavoro ai dipendenti per le spese di energia elettrica finalizzata alla ricarica degli autoveicoli assegnati in uso promiscuo non possono che costituire reddito di lavoratore dipendente da assoggettare a tassazione (e contribuzione). Stesso discorso per i costi relativi all’installazione delle colonnine di ricarica domestiche, inclusi anche gli eventuali contatori a defalco (c.d. wallbox), effettuata presso l’abitazione dei lavoratori dipendenti: rientrano tra i beni che vanno separatamente valutati dal fringe benefit (autovettura) per stabilire l’importo da assoggettare a tassazione in capo al dipendente come reddito di lavoro dipendente (e al pagamento anche della contribuzione).

Giuliano Vendrame
31/08/2023

PER CONTATTI compilate l’apposito form
Seguici su Facebook

 

Tags: ,

richiedi informazioni

Compila il form sottostante ed un nostro incaricato ti ricontatterà nel minor tempo possibile

    Dichiaro di aver preso visione alla informativa sulla Privacy e acconsento al Trattamento dei Dati - Leggi INFORMATIVA PRIVACY

    le ultime news

    Criptovalute sotto lo sguardo della Guardia di Finanza

    Criptovalute sotto lo sguardo della Guardia di Finanza

    Particolare attenzione viene rivolta dalla GdF a eventuali fenomeni elusivi...

    Leggi di più

    Superbonus: quanto pesa sulle casse dello Stato?

    Superbonus: quanto pesa sulle casse dello Stato?

    L’impressione che se ne ricava è che i numeri in bilancio siano stati messi un po’ a naso...

    Leggi di più

    Sanzioni Iran. Da chi e perché?

    Sanzioni Iran. Da chi e perché?

    La UE è pronta a imporre nuove sanzioni all'Iran dopo l'attacco del Paese contro Israele...

    Leggi di più

    Draghi presidente della Commissione Ue? 

    Draghi presidente della Commissione Ue? 

    La Meloni dice di essere contenta che si parli di un italiano...

    Leggi di più

    Superbonus, basta a future agevolazioni a carico dello Stato

    Superbonus, basta a future agevolazioni a carico dello Stato

    il Superbonus, il bonus facciate e Transizione 4.0 hanno inciso marcatamente sui conti pubblici...

    Leggi di più

    IMU sugli immobili occupati

    IMU sugli immobili occupati

    Gli immobili occupati abusivamente sono esonerati dal pagamento dell’Imu...

    Leggi di più

    Cartelle AdER: possibilità immediata di 120 rate

    Cartelle AdER: possibilità immediata di 120 rate

    Maxi dilazione immediata, fino a ad un massimo di 120 rate, in caso di particolari e gravi eventi...

    Leggi di più

    Pensione? Una chimera…

    Pensione? Una chimera…

    L’adeguamento alla speranza di vita non riguarda più solo l’età (oggi a 64 anni), ma anche la contribuzione (oggi 20 anni)...

    Leggi di più

    Riforma fiscale (quella nuova): cominciamo a correggerla…

    Riforma fiscale (quella nuova): cominciamo a correggerla…

    Come accade nei gran premi, pronti via e subito ai box, per inserire alcune norme di correzione di quanto appena approvato...

    Leggi di più

    Banche dati del Fisco: sono sicure?

    Banche dati del Fisco: sono sicure?

    Sarebbe interessante sapere cosa ne pensano proprio i notai...

    Leggi di più

    Società a responsabilità limitata, scambio di quote senza il notaio

    Società a responsabilità limitata, scambio di quote senza il notaio

    Sarebbe interessante sapere cosa ne pensano proprio i notai...

    Leggi di più

    Cartelle non riscosse: discarico dopo 5 anni

    Cartelle non riscosse: discarico dopo 5 anni

    Cartelle non riscosse automaticamente scaricate dal magazzino esattoriale dopo il 31 dicembre...

    Leggi di più

    Rateazione AdER più lunga

    Rateazione AdER più lunga

    Se il contribuente dichiara di essere in temporanea situazione di "obiettiva difficoltà", l'Agenzia delle Entrate Riscossione concede...

    Leggi di più

    Criptovaluta: proviamo a tracciarne le operazioni 

    Criptovaluta: proviamo a tracciarne le operazioni 

    Le operazioni in cripto valuta saranno tracciate nella stessa maniera dei bonifici tradizionali effettuati attraverso il conto corrente...

    Leggi di più

    Rottamazione quater: a che punto siamo

    Rottamazione quater: a che punto siamo

    La situazione al 31.12.2023 dice che quasi la metà delle rottamazioni quater è già andata in fumo...

    Leggi di più

    Registro europeo con i dati dei titolari di cripto, cassette di sicurezza e c/c

    Registro europeo con i dati dei titolari di cripto, cassette di sicurezza e c/c

    Sarà creato un registro che conterrà i dati di titolari di cassette di sicurezza, di conti correnti, ma anche di criptovalute...

    Leggi di più