Provvigione agente immobiliare

Provvigione agente immobiliare: quando è dovuta

Provvigione agente immobiliare

Provvigione agente immobiliare: quando è dovuta.

È necessario che l’intervento del mediatore abbia effettivamente portato alla conclusione del negozio, che abbia cioè avuto un’efficienza causale, anche se non esclusiva, rispetto al verificarsi di tale evento. Ai fini della maturazione del diritto al pagamento della provvigione, non è sufficiente, che l’agente immobiliare abbia messo in relazione tra di loro le parti dell’affare. Questo è quanto ha chiarito la seconda sezione civile della Cassazione, con un’ampia e approfondita motivazione (sentenza n. 3165 del 2 febbraio 2023).

I chiarimenti forniti dalla Suprema corte nascono da un caso in cui un agente immobiliare aveva fatto visitare una casa a una donna anziana accompagnata dalla figlia. Quest’ultima, dopo un notevole lasso di tempo, aveva acquistato insieme al marito il predetto immobile, ma con l’intervento di un altro mediatore, a cui aveva corrisposto la provvigione.

Tuttavia, anche il primo agente immobiliare sosteneva di avere diritto al pagamento del compenso, perché era stato proprio lui a mettere originariamente in contatto le parti dell’affare. Il tribunale aveva respinto la domanda e la sentenza era stata confermata in sede di appello.

Secondo i giudici di merito l’intervento del primo mediatore non poteva ritenersi rilevante ai fini della conclusione dell’affare, che si era invece perfezionato per effetto dell’attività svolta in via autonoma da altra agenzia immobiliare.

La Cassazione, nel rigettare a sua volta il ricorso presentato dal mediatore, ha evidenziato come dalla lettura delle disposizioni del codice civile si ricavi in maniera certa che la messa in relazione di due o più parti per la conclusione di un affare (art. 1754 c.c.) non è elemento sufficiente, di per sé, a far ritenere che lo stesso sia concluso per effetto dell’intervento del mediatore (art. 1755 c.c.).

A questo proposito la Suprema corte si è appellata al noto concetto di causalità adeguata, che chiama i giudici a ricostruire caso per caso l’efficienza causale dell’intervento del mediatore rispetto alla conclusione dell’affare (si vedano, fra le più recenti, Cassazione n. 11443/2022, n. 3134/2022, n. 7029/2021, n. 5495/2021, n. 4644/2021 e n. 3055/2020).

In parole semplici, non è indispensabile l’intervento del mediatore in tutte le fasi delle trattative, sino alla redazione del preliminare di vendita o di locazione dell’immobile, cioè l’affare trattato, purché emerga con certezza che la conclusione di quest’ultimo sia ricollegabile alla sua opera di avvicinamento dei contraenti.

Il mediatore, infatti, per avere diritto alla provvigione, non deve limitarsi a dimostrare semplicemente la successione cronologica tra la sua attività e la conclusione dell’affare ma deve provare di avere posto i contraenti in contatto fra loro e che, in seguito a detto contatto e all’ulteriore opera di mediazione da lui svolta, le parti intermediate hanno raggiunto un accordo.

Per la giurisprudenza si deve invece escludere il diritto alla provvigione, ritenendo inesistente il nesso causale tra l’attività di mediazione e la vendita o la locazione, nel caso in cui le parti messe in contatto dal mediatore abbandonano le trattative – perché, per esempio, non si accordano sul prezzo – e le riprendono successivamente, per effetto di iniziative nuove, in nessun modo ricollegabili con le precedenti o da queste condizionate.

Dunque, la segnalazione dell’affare in sé e per sé considerata non appare sufficiente a far sorgere il diritto alla provvigione, se non è accompagnata da un’effettiva attività del mediatore finalizzata alla conclusione del contratto.

Giuliano Vendrame
Si Systems Trieste

PER CONTATTI compilate l’apposito form
Seguici su Facebook

richiedi informazioni

Compila il form sottostante ed un nostro incaricato ti ricontatterà nel minor tempo possibile

    Dichiaro di aver preso visione alla informativa sulla Privacy e acconsento al Trattamento dei Dati - Leggi INFORMATIVA PRIVACY

    le ultime news

    Registro europeo con i dati dei titolari di cripto, cassette di sicurezza e c/c

    Registro europeo con i dati dei titolari di cripto, cassette di sicurezza e c/c

    Sarà creato un registro che conterrà i dati di titolari di cassette di sicurezza, di conti correnti, ma anche di criptovalute...

    Leggi di più

    Tracciamento criptovalute

    Tracciamento criptovalute

    Le operazioni in criptovaluta saranno tracciate allo stesso modo di bonifici tradizionali...

    Leggi di più

    Decreto superbonus, la Camera approva, ora aspettiamo il Senato

    Decreto superbonus, la Camera approva, ora aspettiamo il Senato

    Via libera della Camera al decreto legge sulle agevolazioni fiscali nel settore edilizio...

    Leggi di più

    Crisi d’impresa

    Crisi d’impresa

    Adeguati assetti organizzativi, amministrativi e contabili per prevenire la crisi dell’impresa...

    Leggi di più

    Cessione crediti, superbonus ma non solo…

    Cessione crediti, superbonus ma non solo…

    Dal 08.01.2024 Poste Italiane non acquisterà più i crediti da bonus edilizi del 2023...

    Leggi di più

    Superbonus, forse c’è ancora speranza

    Superbonus, forse c’è ancora speranza

    Non tutto è perduto per il salvagente tecnico del Superbonus messo a punto dalla legge di bilancio 2024...

    Leggi di più

    Nuovo calcolo tasse: che confusione!

    Nuovo calcolo tasse: che confusione!

    Flat tax incrementale, nuova Irpef, concordato preventivo biennale, maxi-deduzione...

    Leggi di più

    Proroga versamenti rottamazione-quater

    Proroga versamenti rottamazione-quater

    I versamenti con scadenza 31 ottobre e 30 novembre 2023 si considerano tempestivi se effettuati entro il 18 dicembre 2023...

    Leggi di più

    Regime forfettario STOP

    Regime forfettario STOP

    Superati i 100 mila euro di incassi il regime agevolato cessa immediatamente...

    Leggi di più

    Sgravi a metà se il mutuo è cointestato

    Sgravi a metà se il mutuo è cointestato

    Nel caso di finanziamento cointestato per l'acquisto di immobile ad uso abitativo...

    Leggi di più

    Superbonus ed incagli, le regioni cosa fanno?

    Superbonus ed incagli, le regioni cosa fanno?

    Le regioni sono in affanno sugli acquisti dei crediti incagliati dal Superbonus...

    Leggi di più

    Concordato preventivo biennale: se lo rifiuti parte una verifica

    Concordato preventivo biennale: se lo rifiuti parte una verifica

    Nei documenti si parla in maniera chiara di inserimento del contribuente in liste selettive...

    Leggi di più

    Accordo con il fisco molto fragile

    Accordo con il fisco molto fragile

    L'accordo tra fisco e contribuente si rompe immediatamente se...

    Leggi di più

    AI: il fisco usa i superpoteri e avanza con Intelligenza (quella Artificiale)

    AI: il fisco usa i superpoteri e avanza con Intelligenza (quella Artificiale)

    Le nuove tecnologie consentiranno di massimizzare l'efficacia delle attività di prevenzione e contrasto all'evasione fiscale...

    Leggi di più

    Processo verbale di constatazione dell’Agenzia delle Entrate

    Processo verbale di constatazione dell’Agenzia delle Entrate

    I contribuenti che non intenderanno contestare i rilievi potranno godere dello sconto del 50% sulle sanzioni...

    Leggi di più

    Servono contanti ma non c’è un bancomat?

    Servono contanti ma non c’è un bancomat?

    Obbligano i tabaccai, le edicole, le farmacie, le casse dei supermercati e grande distribuzione a diventare dei bancomat...

    Leggi di più